Il tema del reinserimento nel mercato del lavoro dei professionisti over 50 ha ripreso un certo spazio sia nelle discussioni sull’occupazione e sulla diversità in ambito lavorativo, sia un crescente interesse verso le esperienze consolidate ed i contenuti talvolta specialistici delle stesse figure.

Permangono in molte aziende alcuni importanti pregiudizi di fondo nei loro confronti; in merito alle loro competenze obsolete, alla loro rigidità nell’impiego, alla limitata “spinta” e proattività. Grazie però all’apertura al confronto diretto, molti professionisti over 50 sanno caratterizzarsi, viceversa, come adatti a rivestire ruoli chiave o come Temporary Manager o come Coordinatori di team intergenerazionali. E questo grazie all’evidenza di più esperienze preziose, adatte a contribuire alla creazione ed allo sviluppo di un ambiente lavorativo diversificato e collaborativo.

Il valore delle competenze maturate:

I professionisti over 50 hanno spesso alle spalle decenni di esperienza e conoscenze approfondite nei loro settori. Posseggono competenze rappresentative di un patrimonio che può essere prezioso per qualsiasi organizzazione. La loro esperienza può contribuire a risolvere problemi complessi, anticipare le sfide ed offrire una prospettiva di forti contenuti basata su anni di pratica. Senza tralasciare che queste persone hanno spesso sviluppato una rete di contatti e relazioni solide che possono essere utili per l’azienda.

 

La flessibilità e l’adattabilità degli over 50:

Gli over 50 possono essere estremamente flessibili e adattabili. Hanno spesso affrontato cambiamenti e transizioni durante la loro carriera e hanno dimostrato la capacità di adattarsi a nuovi contesti e tecnologie. Hanno saputo reinventarsi ed acquisire nuove competenze per rimanere competitivi nel mercato del lavoro. In quest’ottica l’età non dovrebbe essere considerata un limite, ma un punto di forza che deriva da una solida base di conoscenza e saggezza.

 

Temporary Manager: un ruolo chiave per l’innovazione aziendale:

Una delle strade possibili per il reinserimento degli over 50 è quella di assumere ruoli di Temporary Manager. Come professionisti esperti impiegabili nella guida e nella gestione di progetti specifici all’interno di un’azienda. La loro esperienza e competenza consentono loro di affrontare sfide complesse e di fornire soluzioni pratiche in modo efficiente.

 

Coordinatori di team intergenerazionali, un’opportunità per la compenetrazione delle competenze:

Un altro ruolo chiave che gli over 50 possono ricoprire è quello di Mentoring, di Coordinatori di team intergenerazionali. Potrebbero svolgere un ruolo di mediazione e facilitazione all’interno di un’organizzazione, facilitando la collaborazione tra diverse generazioni, a supporto soprattutto degli junior. Grazie alla loro esperienza e saggezza, possono aiutare a creare un ambiente di lavoro inclusivo, in cui le diverse competenze e prospettive di ogni generazione si integrino.

 

Naturalmente, il reintegro nel mercato del lavoro per le persone over 50 richiede una mentalità aperta e la volontà di adattarsi alle opportunità che si presentano. Considerare la possibilità di ruoli meno prestigiosi potrebbe rappresentare una soluzione intermedia per tornare a lavorare e mettere a frutto le proprie competenze.

È importante considerare che inizialmente potrebbe essere necessario accettare proposte con una retribuzione annua lorda (RAL) inferiore rispetto al passato. Questa scelta non dovrebbe essere vista come una svalutazione delle proprie competenze, ma come un’opportunità per rientrare nel mercato del lavoro, dimostrare il proprio valore e acquisire nuove competenze in un contesto lavorativo in costante evoluzione.

Accettare una retribuzione inferiore potrebbe aprire le porte a esperienze professionali gratificanti e offrire possibilità di crescita e sviluppo ulteriori. Inoltre, un approccio flessibile alle opportunità di lavoro può portare a risultati positivi nel lungo termine, creando una solida base per future progressioni di carriera e aumenti salariali.

In conclusione, il reinserimento nel mercato del lavoro degli over 50 rappresenta un’opportunità preziosa per le aziende di sfruttare l’esperienza e la saggezza accumulata da questi professionisti nel corso degli anni. I ruoli su accennati possono valorizzare le competenze di diverse generazioni, promuovendo una collaborazione efficace e l’innovazione aziendale. Importante, per i contraenti, l’apertura a soluzioni intermedie e a valutare proposte retributive iniziali inferiori, riconoscendo il valore che possono apportare gli over 50.

Solo superando i pregiudizi e aprendosi alle possibilità, sia gli over 50 che le aziende possono trarre vantaggio dalla compenetrazione delle competenze e creare un ambiente di lavoro inclusivo e dinamico.

Articoli correlati

La gestione strategica del processo di off boarding

La gestione strategica del processo di off boarding

All’interno di un’ azienda, il ciclo di vita di un dipendente è composto da diverse fasi. Tra queste, quando e se occorre, può figurare certamente il processo di off - boarding. Innanzitutto, con il termine off - boarding si intende il processo di separazione tra...

leggi tutto
L’attrattività aziendale oltre la Retribuzione

L’attrattività aziendale oltre la Retribuzione

Le crescenti difficoltà delle aziende nel trovare e nell’inserire figure di buon livello professionale.Nell’ambito di figure ricercate da diverse tipologie e categorie di aziende, che sotto elenchiamo a titolo puramente esemplificativo: aziende di ridotte dimensioni,...

leggi tutto